spacer.png, 0 kB

Masdar City Stampa E-mail
mercoledì 07 gennaio 2009
Autore schedaChiara Barani
ToponimoMasdar City
StatoSAUDI ARABIA
Progettista(i)STUDIO DI ARCHITETTURA INGLESE FOSTER AND PARTNERS
Iniziativapubblica
CollocazioneIn continuita' di citta' esistente
SitoPianeggiante
IdrografiaIn riva al mare
TipologiaCITTA' VERDE
Abitanti50000 abitanti
Superficie6000 ha
Densità abitativa
Data progetto2006
Data costruzione2008
Data completamento2012
Progettata dallo studio di architettura londinese Foster and Partners, la città sarà realizzata nel cuore di Abu Dhabi, su un'area di 6 chilometri quadrati, tra la riva del mare e il nuovo aeroporto: senza rifiuti e circoscritta da un muro di cinta che ostacolerà il passaggio del vento torrido del deserto, una vera città-fortezza protetta da bastioni.
La città sarà sede, oltre della compagnia, di un'università, un importante centro per l'innovazione e la ricerca oltre ad una creazione di vasto sistema di trasporto pubblico rapido e "personalizzato".
La costruzione sarà effettuata in due fasi, partendo da una centrale fotovoltaica di 40 megawatt che produrrà energia senza CO per costruire una città pronta ad ospitare 50 mila abitanti.
Nella seconda fase di costruzione, lungo le mura della città verranno creati parchi eolici, fattorie fotovoltaiche, coltivazioni sperimentali e altre piantagioni, nell’intento di realizzare un sistema completamente autarchico.
Non vi saranno automobili ad inquinare quest’oasi del deserto, ma gli abitanti si sposteranno comodamente grazie ad un efficientissimo trasporto pubblico con fermate ogni 200 metri e, inoltre, potranno raggiungere Abu Dahbi e l’aeroporto attraverso una nuova rete ferroviaria metropolitana.
L'acqua prima fonte necessaria proverrà da un impianto di dissalazione ad energia solare, mentre un impianto fotovoltaico provvederà all'energia elettrica per l'intera città.
Questo straordinario microcosmo si servirà esclusivamente delle energie rinnovabili: l’elettricità sarà fornita da centrali fotovoltaiche solari ed eoliche e l’acqua sarà disponibile grazie ad un processo di desalinizzazione messo in moto dal sole. Per l’irrigazione delle aree verdi urbane e delle colture fuori città, invece, verranno utilizzate le acque di scarico cittadine trattate dai depuratori.
Bibliografia
http//:www.genitronsviluppo.com
http//:www.terranauta.it
Vista dall'alto
Il piano di Foster
Modello
Vista dei passaggi pedonali
Vista degli spazi comuni
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB