spacer.png, 0 kB

MASDAR CITY Stampa E-mail
Scritto da chiara barani   
mercoledì 04 marzo 2009
Autore schedaCHIARA BARANI
ToponimoMASDAR CITY
StatoUNITED ARAB EMIRATES
Progettista(i)FOSTER & PARTNERS
Iniziativapubblica
CollocazioneIn continuita' di citta' esistente
SitoPianeggiante
Idrografiadeserto
Tipologiacittà ecologica
Abitanti50000 abitanti
Superficie60000 ha
Densità abitativa
Data progetto2006
Data costruzione2008
Data completamento2013
Descrizione Masdar City, disegnata dallo studio di architettura londinese Foster and Partners, sarà realizzata nel cuore di Abu Dhabi, su un'area di 6 chilometri quadrati, tra la riva del mare e il nuovo aeroporto. Una vera città-fortezza protetta da bastioni, dove la fortificazione farà in modo che il vento caldo non renderà impossibile la vita dei suoi abitanti i quali ricicleranno il 99% dei rifiuti prodotti grazie a termovalorizzatori e compostaggio. Il progetto muove principalmente su tre fronti: - energia, che sarà approvvigionata tramite l’utilizzo di impianti fotovoltaici ed eolici, oltre che ottenuta dal trattamento della stessa spazzatura della città, che troverà in questo modo un’ulteriore via verso il riciclo e il riutilizzo; - trasporti, la cui concezione sarà totalmente rivoluzionata: non più una netta separazione tra mezzi pubblici e privati, ma una rete fitta e capillare (1500 “stazioni” circa) di micrometropolitane per uso semi-individuale, chiamato Rapid Transit System, che permetterà di raggiungere agevolmente qualsiasi punto della città, inoltre, potranno raggiungere Abu Dahbi e l’aeroporto attraverso una nuova rete ferroviaria metropolitana; un vero paradiso per i pedoni, che potranno passeggiare tranquillamente nelle stradine ombreggiate. - la ricerca, con l’avvio dell’Institute of Science and Technology, già ambisce ad essere il primo polo di eccellenza mondiale nella ricerca su tecnologie per l’efficienza, le energie alternative e la sostenibilità ambientale. Ognuno di questi punti, con la comune intenzione di attrarre dall’estero investimenti, idee e ricercatori, e di certo con il positivo effetto di offrire un esempio concreto di quali linee di sviluppo debbano seguire in futuro le grandi metropoli per essere sostenibili e pretendere ad una certa vivibilità. La costruzione sarà effettuata in due fasi, partendo da una centrale fotovoltaica di 40 megawatt che produrrà energia senza CO2. Nella seconda fase di costruzione, lungo le mura della città verranno creati parchi eolici, fattorie fotovoltaiche, coltivazioni sperimentali e altre piantagioni, nell’intento di realizzare un sistema completamente autarchico. Per l’irrigazione delle aree verdi urbane e delle colture fuori città, invece, verranno utilizzate le acque di scarico cittadine trattate dai depuratori.
Bibliografia
http://www.ilprofessorechos.blogosfere.it http://www.onegreentech.it http://www.genitronsviluppo.com http://www.infobuild.it
vista aerea
planimetria
planivolumetrico
vista interna dei passaggi
vista interna degli spazi comuni
modello
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB