spacer.png, 0 kB

Bo01 City of Tomorrow - Malmo Stampa E-mail
Scritto da Giulia Incerti Massimini   
mercoledì 11 marzo 2009
Autore scheda
ProgettistaPiano generale: Città di Malmö e organizzatori del Bo01 tra cui esperti in gestione del progetto, ambiente, landscape e information technology (Eva Dal man, Mikael Edelstam, Hanna Roberts, Agneta Persson, Bengt Persson e altri). Residenze e servizi: Santiago Calatrava, Ralph Erskine, Gert Wingárdh, Kai Vartiainen, Moore Ruble Yudell Architects & Planners, FFNS Architects, Kim Dahlgaard ed altri.
Anno di Progettazione1996
Anno di RealizzazionePrima fase: ultimata in parte nel 2001 (solo la zona per ospitare l’Expo Bo01),Seconda e Terza fase: previste entro il 2020
PaeseSWEDEN
Committenza/Soggetti promotoriCommissione europea, Svezia, Amministrazione di Malmö.
Strumenti urbanisticoPiano di urbanizzazione della città di Malmo.
Dati quantitativi
Popolazione insediata3600 abitanti abitanti
Superficie territoriale (St)250.000 mq mq
Superficie o volume utile edificati (Su)204.500 mq mq o mc
Superficie fondiaria (Sf)148.300 mq mq
Superficie coperta residenziale (Scr)48.700 mq mq
Superficie delle strade74.000 mq (di cui 59.000 mq ciclo-pedonali compresa la banchina) mq
Superficie dei parcheggi pubblici12.000 mq mq
Superficie dei servizi pubblici16.000 mq mq
Superficie del verde pubblico attrezzato55.000 mq mq
Numero alloggi1200 (reali o presunti)
Superficie delle attivita commerciali mq
Superficie delle attivita direzionali mq
Superficie delle attivita ricettive mq
Superficie delle attivita artigianali e industriali mq
Densità abitativa
Descrizione sintetica generale
Malmö è il capoluogo della regione Skane, situata nel sud-ovest della Svezia, ed è la terza più grande città dello stato con una popolazione di 265000 persone. Nel 1970 la città è stata duramente colpita da una recessione nel campo industriale-navale con il conseguente abbandono di una vasta area portuale situata lungo la costa del mar Baltico nella zona a nord della città. Il primo importante segno di ripresa economica dopo tanti anni per questa area denominata Vastra Hamnen (ovvero Porto Ovest) si è avuto con la costruzione del ponte sull’Oresund (terminato nel 2000), lo stretto che separa la Danimarca dalla Svezia. Si tratta del più lungo ponte strallato per il traffico stradale e ferroviario combinato d’Europa (15, 9 km) e collega Malmö a Copenaghen, che vanno a formare la cosiddetta “regione dell’Oresund”. Questa scelta ha portato impulso e sviluppo per entrambe le sponde. Un altro importante momento per la città si ha nel 1996 quando Malmö viene scelta come città che ospiterà il Bo01 - European Housing Expo del 2001. L’obiettivo dell’Expo è stato quello di affrontare i temi dell’abitare della città del domani sotto l’aspetto dello sviluppo sostenibile, del risparmio energetico e delle politiche sociali. Il tema dell’Expo è quindi divenuto la linea guida progettuale per l’intera area Vastra Hamnen: un nuovo moderno quartiere della città con residenze, uffici, negozi e servizi dotati dei più alti standard di vivibilità e sostenibilità. Lo slogan dell’Expo era infatti ”La città del futuro” e il risultato è stato una pianificazione urbanistica dominata da un’architettura poliedrica e incentrata sulla sostenibilità ecologica. Gli architetti si sono infatti orientati verso soluzioni che rendessero l’area autonoma dal punto di vista energetico e che abbattessero i consumi attraverso l’impiego di energie alternative: eolica, idraulica, solare, ricavata dal calore del mare e un acquifero, cioè una riserva naturale di acqua nel sottosuolo. Una grande stazione eolica a Norra Hamnen e 120 mq di pannelli solari producono il fabbisogno energetico necessario all’area, mentre le aree verdi garantiscono una grande varietà biologica. La scelta di tenere il Bo01 nella città di Malmö ha portato alla progettazione di un piano generale di riqualificazione dell’intera area Vastra Hamnen con abitazioni per 20000 persone e uffici e luoghi di istruzione per 25000 persone (Fig. 1). Il piano generale è stato diviso in tre fasi. La parte permanente del Bo01 costituisce la prima fase (è stata completamente terminata solo la parte necessaria all’esposizione, la parte restante non è ancora del tutto terminata) e occupa la parte più occidentale di Vastra Hamnen. Entro il 2020 dovrebbero terminare i lavori riguardanti le altre due fasi di progetto. La zona Bo01 rimarrà quella a carattere più residenziale mentre le altre due saranno occupate in prevalenza da attività terziarie. Per la zona adiacente a quella del Bo01 sono in progetto, oltre ad altri complessi residenziali, servizi scolastici e la grande ex fabbrica SAAB, che oggi ospita la fiera, diverrà il polo commerciale principale dell’area con la costruzione di un grande ipermercato. A servizio di questi quartieri sono poi previsti grandi spazi verdi pubblici, così come anche per la zona più orientale dove, oltre ad altri edifici per abitazione e uffici, si avrà un teatro per la danza che verrà ricavato da una ex fabbrica di stoccaggio e un’espansione della sede dell’università già esistente nella parte sud-orientale dell’area L’impianto generale del nuovo insediamento residenziale Bo01 comprende vari interventi: un grande parco interno lineare, caratterizzato da percorsi pedonali lungo un canale; un’area fronte mare; spiazzi ecologici didattici (Fig. 2). Il quartiere è caratterizzato da una notevole varietà del tessuto: ogni strada, ogni piazza è diversa dall'altra, dalle forme irregolari, ornate da giardini, spesso attraversate da canali e non ha uno stile omogeneo imposto a priori, ma è tutto improntato sulla varietà, visto il numero di architetti di diversa nazionalità coinvolti nel progetto. Sempre nell’ottica del quartiere sostenibile si tratta di una zona quasi esclusivamente pedonale e le vie principali si individuano nel lungo percorso panoramico lungo la costa, con numerosi accessi all’acqua, e nel lungo canale principale dove si sviluppa un parco urbano (Fig. 3).
Bibliografia
P. F. Smith, “Architecture in a climate of change: a guide to sustainable design”, Elsevier editore, Oxford, 2005. http://www.malmo.se/servicemeny/malmostadinenglish/westernharbour http://www.scandinavian-design.com/newsstand/bo01/index.htm http://www.greenguide.nu/map_eng_bo01.html http://www.rudi.net/books/6251
Qualita' progettuale - componenti del progetto urbanistico
Urbanistica
Il quartiere Bo01 si colloca in un più ampio progetto urbanistico, quello dell’intera riqualificazione dell’area Vastra Hamnen, di cui rappresenta la prima fase, e per ora l’unica quasi completamente conclusa. Questo quartiere è prettamente occupato da residenze e uffici e vede la presenza di aree destinate ai servizi collocarsi per la maggior parte nei piani a terra degli edifici residenziali. Si tratta per lo più di negozi, servizi di prima necessità e servizi di ristorazione. Le maggiori attrezzature pubbliche di interesse collettivo rientrano nelle seconda e terza fase progettuale riguardante l’area centrale e orientale di Vastra Hamnen: un grande centro commerciale, scuole, un teatro, nuovi edifici per l’università e molte aree verdi tra cui tre grandi parchi urbani e numerosi giardini progettati da diversi architetti internazionali.
Già nella prima fase del progetto è stata data grande importanza agli spazi aperti e collettivi che si articolano in una serie di parchi artistici, parchi attrezzati per lo sport con campi multiuso, un grande spazio destinato alla pratica dello skateboard (Ankarparken, Daniaparken, Scaniaparken), giardini, banchine lungo il mare e lungo il canale che attraversa l’area, canale che rappresenta la principale direttrice lungo la quale si sviluppa il progetto Bo01 (Fig. 4).
I blocchi residenziali infatti si dispongono in maniera piuttosto regolare parallelamente al canale da entrambe le parti andandosi a collegare tramite una serie di ponti pedonali e tramite un unico passaggio carrabile, perpendicolare alla direzione del canale, posto circa a metà del quartiere. Il waterfront è anch’esso stato progettato per offrire una passeggiata che si articola per tutta la lunghezza del quartiere offrendo l’accesso a numerosi servizi e a numerosi collegamenti con l’acqua, divenendo così uno dei più suggestivi punti del quartiere.
Edilizia
Con il progetto Bo01 si ha la trasformazione di un’ex area portuale in una nuova area urbana di cui due terzi sono residenziali e un terzo commerciale. L’area comprende infatti circa 1200 alloggi, uffici, negozi, bar, ristoranti, asili, scuole e biblioteche.
Il lay-out della nuova area ha una media densità, con edifici bassi, ad eccetto della torre di 45 piani alta 140 m (anch’essa utilizzata per appartamenti ed uffici) su progetto di Santiago Calatrava. L’altezza degli edifici e la loro tipologia sono variabili: si hanno edifici da uno a sei piani tra cui case isolate, case a schiera e alcuni blocchi di appartamenti (Fig. 7). In modo particolare gli edifici lungo la banchina sono alti dai cinque ai sei piani per riparare tutto il quartiere dal forte vento proveniente da ovest.
La progettazione sperimentale di tutti questi edifici è stata mirata a realizzare edifici energeticamente autosufficienti con l’utilizzo di materiali sostenibili e tecniche costruttive che permettessero la durabilità, la flessibilità ma soprattutto il riciclo ed il riuso dell’edificio.
I blocchi residenziali sono stati progettati da architetti di varia provenienza culturale, ma a parte alcune differenziazioni di carattere tecnologico e l’uso di alcuni materiali, si è evidenziata una tendenza omogenea riguardante soprattutto la configurazione esterna degli edifici mentre si è lavorato con grande varietà di linguaggi nella definizione degli interni, dove a fronte di soluzioni di abitazioni duplex e triplex si sono realizzati appartamenti distribuiti anche su quattro livelli.
Infrastrutture
Nella progettazione del quartiere, per rispondere ai requisiti di eco-sostenibilità, si è deciso di ridurre al minimo il traffico, motivo per cui le poche strade carrabili sono riservate ai residenti, mentre all’ingresso del quartiere si ha un ampio parcheggio pubblico separato dalla zona residenziale da un canale. Il sistema ciclo-pedonale è quindi quello principalmente usato nell’area e si avvale di piste ciclabili e lunghe passeggiate panoramiche (Fig. 6). E’ prevista in futuro per l’intera area di Vastra Hamnen la realizzazione di un’efficiente rete di trasporti pubblici con veicoli a basso impatto ambientale. Inoltre, per sostenere questo programma di mobilità alternativa gli abitanti del quartiere hanno la possibilità di prenotare via internet automobili elettriche o a gas che sono parcheggiate in un garage ad hoc che le ricarica e che fanno parte di un gruppo di veicoli forniti da Sydcraft, la compagnia energetica facente parti dei soggetti promotori del progetto.
Figura 1 - Piano generale di intervento sull'area
Figura 2 - Modello progetto Bo01
Figura 3 - Planimetria Bo01
Figura 4 - Piano del verde e percorsi
Figura 5 - Vista d'insieme
Figura 6 - Percorso lungo il canale principale
Figura 7 - Esempi di residenze lungo la costa
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB