spacer.png, 0 kB

Quartiere Pieve Modolena Stampa E-mail
Scritto da Daniele Vacondio   
domenica 15 giugno 2008
Autore scheda
ProgettistaCooperativa Ingegneri Architetti Reggio Emilia
Anno di Progettazione1986
Anno di Realizzazione1988
PaeseITALY
Committenza/Soggetti promotoriComune di Reggio nell'Emilia
Strumenti urbanisticoPiano Particolareggiato di iniziativa pubblica
Dati quantitativi
Popolazione insediata3100 abitanti abitanti
Superficie territoriale (St) mq
Superficie o volume utile edificati (Su)90000 mq o mc
Superficie fondiaria (Sf)150000 mq
Superficie coperta residenziale (Scr)16000 mq
Superficie delle strade15000 mq
Superficie dei parcheggi pubblici25000 mq
Superficie dei servizi pubblici7000 mq
Superficie del verde pubblico attrezzato47000 mq
Numero alloggi (reali o presunti)
Superficie delle attivita commerciali12000 mq
Superficie delle attivita direzionali4500 mq
Superficie delle attivita ricettive0 mq
Superficie delle attivita artigianali e industriali4000 mq
Densità abitativa
Descrizione sintetica generale
Pieve Modolena oggi si distingue per una conformazione fisica, struttura ed una tipologia non più riconducibile alla dimensione di frazione, ma di prima periferia urbana: ha conosciuto infatti un’espansione del tessuto residenziale, divenendo a tutti gli effetti un grande agglomerato urbano.In particolare l’area a ovest della città è stata interessata, dagli anni ’70, dal più incidente sviluppo urbanistico del capoluogo, testimoniato anche dall’andamento demografico.Il quartiere può contare su una solida base di servizi sociali e scolastici, nonché negozi al dettaglio,  centri commerciali, aree verdi e un ottimo servizio di trasporto pubblico.

Sono presenti una scuola elementare in via Confalonieri e un istituto comprensivo, situato in via Kennedy, che comprende una palestra, la scuola media Fontanesi e la scuola elementare Leopardi a tempo pieno.

Oltre a ciò Pieve conta anche due uffici postali e diverse banche: gli uffici sono collocati in via Camurri e presso il centro commerciale Meridiana.Elemento di rilievo della zona è senza dubbio il centro polivalente Mappamondo situato in via Adige.A pieve sono anche presenti una scuola materna parrocchiale e l’asilo nido comunale Nilde Jotti di via Fratelli Bandiera.

Nuovi collegamenti pedonali e ciclabili sono previsti per facilitare le connessioni interne e verso il centro urbano.

Bibliografia
PRG 1999 di Reggio nell’Emilia http://www.comune.re.it/psc
Qualita' progettuale - componenti del progetto urbanistico
Urbanistica
Distribuzione delle aree destinate ai servizi e alla residenza – Attrezzature pubbliche di interesse collettivo – Gli spazi aperti (piazze, verde attrezzato) – Progettazione ecologica degli insediamenti e degli spazi aperti
Troviamo una tipologia di residenza di media-alta densità con ampi spazi verdi attrezzati.
Le attrezzature pubbliche si trovano in ottimo stato di conservazione.
Per quanto riguarda la crescita residenziale il PRG attualmente prevede ancora zone di espansione. Tuttavia la capacità edificatoria dell’ambito è stata colata per i 2/3 e non si prevedono a breve interventi massicci.
Edilizia
Tipologia degli edifici – Edifici specialistici – Usi – Eventuale cambio delle destinazioni originarie – Innovazione tecnologica e risparmio energetico
La maggior parte degli edifici sono case a torre con 5 o più piani abitabili.
Sono presenti alcuni edifici in linea costruiti con sistemi di prefabbricazione e rivestimento a cappotto.
Non sono presenti particolari tipi di impianti di innovazione tecnologica e destinati al risparmio energetico.
Infrastrutture
Separazione o integrazione dei mezzi di spostamento – Interventi di moderazione del traffico – Costruzione di nuovi tracciati o circonvallazioni – Reti di infrastrutture per la mobilità dolce (piste ciclabili, percorsi pedonali) – Opere di mitigazione degli impatti negativi
Il quartiere è ben servito da ampia viabilità, percorsi ciclo-pedonali e parcheggi di uso pubblico.
Per quanto concerne le previsioni di Piano Regolatore, sono in corso di predisposizione nella parte più a sud dell’ambito, progetti riguardanti tre piani particolareggiati a basso carico insediativo: grazie a questi si otterranno aree in cessione al comune da destinare a servizi pubblici di quartiere (verde pubblico o strutture di servizio, da definire secondo le esigenze).
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB