spacer.png, 0 kB

Quartiere Rivalta Stampa E-mail
Scritto da Daniele Vacondio   
domenica 15 giugno 2008
Autore scheda
ProgettistaCooperativa Ingegneri Architetti Reggio Emilia
Anno di Progettazione1982
Anno di Realizzazione1987
PaeseITALY
Committenza/Soggetti promotoriComune di Reggio nell'Emilia
Strumenti urbanisticoPiano Particolareggiato di iniziativa pubblica
Dati quantitativi
Popolazione insediata2850 abitanti abitanti
Superficie territoriale (St) mq
Superficie o volume utile edificati (Su)85000 mq o mc
Superficie fondiaria (Sf)220000 mq
Superficie coperta residenziale (Scr)23000 mq
Superficie delle strade12000 mq
Superficie dei parcheggi pubblici22000 mq
Superficie dei servizi pubblici6500 mq
Superficie del verde pubblico attrezzato50000 mq
Numero alloggi (reali o presunti)
Superficie delle attivita commerciali10000 mq
Superficie delle attivita direzionali3000 mq
Superficie delle attivita ricettive0 mq
Superficie delle attivita artigianali e industriali2500 mq
Densità abitativa
Descrizione sintetica generale
L’ambito di Rivalta comprende una porzione importante della periferia meridionale di Reggio Emilia interposta tra via Pascal e il confine con Quattro Castella.A ovest e a est confina confina con il torrente Quaresimo e l’area di Rivaltella, verso Canali.Per la storia particolare e “autonoma” rispetto al resto della città, Rivalta ha conosciuto un importante sviluppo già dai primi anni ’60 che le ha consentito di avere diverse scuole, le prime agenzie bancarie del forese, ecc.

Fra i servizi da segnalare la presenza degli ambulatori medici di base dei centri sociali Bocciodromo, Vasca di Corbelli e Biasola.

L’ambito risponde in modo equilibrato all’esigenza di servizi scolastici sia per l’infanzia che per la scuola dell’obbligo: nido comunale Picasso e scuola materna statale L’Aquilone, scuola dell’infanzia parrocchiale Sant’Ambrogio e scuola elementare Rivalta di Via della Repubblica; in via Ghianda, ancora, l’omonima scuola elementare a tempo pieno.Le attrezzature sportive sono presenti nell’area parrocchiale (palestra, pista, campi sportivi, ecc.) e nell’area del quartiere (campo sportivo e pista polivalente).Le grandi aree verdi attrezzate presenti sono il Parco degli Olmi e il Parco Le Ginestre.La rete dei percorsi ciclopedonali è in fase di potenziamento lungo le principali arterie urbane.E’ presente l’area cimiteriale.La rete del trasporto pubblico urbano è ad alta frequenza.

 

Bibliografia
PRG 1999 di Reggio nell’Emilia http://www.comune.re.it/psc
Qualita' progettuale - componenti del progetto urbanistico
Urbanistica
Distribuzione delle aree destinate ai servizi e alla residenza – Attrezzature pubbliche di interesse collettivo – Gli spazi aperti (piazze, verde attrezzato) – Progettazione ecologica degli insediamenti e degli spazi aperti
Troviamo una tipologia di residenza a medio-bassa densità e con ampi spazi verdi attrezzati.
Le attrezzature pubbliche si trovano in buono stato di conservazione.
Sono presenti servizi privati ad uso pubblico che fanno aumentare il pregio di questo quartiere.
Grazie alla presenza di numerosi servizi destinati al tempo libero, questo quartiere si rivela essere un punto nevralgico per la socialità della città, luogo di ritrovo per molti giovani.
L’ambito è interessato da diffusi interventi diretti a carattere residenziale e produttivo in adiacenza ai tessuti già esistenti, tuttavia l’area di trasformazione maggiormente interessata a modifiche è la zona a sud, in stretta relazione con l’ambito adiacente.
Edilizia
Tipologia degli edifici – Edifici specialistici – Usi – Eventuale cambio delle destinazioni originarie – Innovazione tecnologica e risparmio energetico
La maggior parte degli edifici sono case in linea con una media di 4 piani abitabili.
Non sono presenti particolari tipi di impianti di innovazione tecnologica e per il risparmio energetico.
Infrastrutture
Separazione o integrazione dei mezzi di spostamento – Interventi di moderazione del traffico – Costruzione di nuovi tracciati o circonvallazioni – Reti di infrastrutture per la mobilità dolce (piste ciclabili, percorsi pedonali) – Opere di mitigazione degli impatti negativi
Il quartiere è ben servito da ampia viabilità, percorsi ciclo-pedonali e parcheggi di uso pubblico.
Oggi si possono percepire numerosi interventi volti alla ristrutturazione diffusa, che contribuiscono ad un aumento della qualità del tessuto stesso.
Permangono alcune aree ancora libere sulle quali il Piano Regolatore consentirebbe l’intervento diretto (prevalentemente zone a destinazione produttiva), anche se non presentano superfici territoriali particolarmente rilevanti.
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB