spacer.png, 0 kB

Milano 2 Stampa E-mail
Scritto da Simona Lattuneddu   
sabato 12 settembre 2009
Autore schedaSimona Lattuneddu
ProgettistaEdilnord Progetti s.p.a. Milano
Anno di Progettazione1970
Anno di Realizzazione1970-1979
PaeseITALY
Committenza/Soggetti promotori
Strumenti urbanisticoPiano di fabbricazione Piano di lottizzazione
Dati quantitativi
Popolazione insediata10000 ab abitanti
Superficie territoriale (St)712000 mq
Superficie o volume utile edificati (Su)1709000 mq o mc
Superficie fondiaria (Sf) mq
Superficie coperta residenziale (Scr)10 % mq
Superficie delle strade5% mq
Superficie dei parcheggi pubblici mq
Superficie dei servizi pubblici mq
Superficie del verde pubblico attrezzato85% mq
Numero alloggi2600 (reali o presunti)
Superficie delle attivita commerciali mq
Superficie delle attivita direzionali142000 m3 mq
Superficie delle attivita ricettive mq
Superficie delle attivita artigianali e industriali mq
Densità abitativa
Descrizione sintetica generale

All’inizio degli anni sessanta a Milano, prende il via un processo di urbanizzazione che riguarda principalmente l’arco Sud e Est della periferia milanese. Vengono proposti veri e propri centri residenziali che mettono come priorità la qualità dei servizi, attirando, verso la periferia una parte del mercato medio alto, tradizionalmente attratto dal centro città, verso la residenza di campagna. Sono tutte iniziative localizzate su un terreno che venne reso edificabile negli anni sessanta, e si trovano lontano dalle principali direttrici di sviluppo.
Una di queste iniziative è il quartiere “Milano 2”.
Il quartiere richiama modelli europei da dove ricavano l’immagine significativa del verde, unito alla triplice rete stradale e a un asse centrale dedicato al commercio. Milano 2 è situato, secondo canoni classici, lungo una linea suburbana della metropolitana e contemporaneamente lungo la tangenziale autostradale, facilmente accessibile dall’interno a dall’esterno dell’area metropolitana, racchiude in se, oltre alla funzione residenziale prevalente, una rilevante zona ad uffici, un residence, un albergo, un centro congressi. I servizi giocano un ruolo importante nella realizzazione del quartiere che diventa autosufficiente e consente un nuovo modello di vita diverso da quello che prepone la città. La ricerca dei servizi alternativi ha fatto realizzare anche un “optional” di lusso come la televisione interna via cavo ( diventata poi con la liberazione dell’etere l’attuale canale 5).
Il disegno interno rispetta un rigore canonico, con la separazione del traffico veicolare, ciclistico e pedonale, con ampi spazi verdi arricchiti da giochi di quota, laghi , alberature, campi gioco, con una architettura che si trova ai margini di spazi verdi e a cui fanno capo a due distinti nuclei scolastici.
La tipologia insediativa è composta da edifici in linea e a torre disposte a L o a C intorno a spazi verdi con allineamenti frequenti lungo le strade. All’interno degli edifici gli alloggi sono stati ridimensionati utilizzando una tipologia più ridotta, si sono uniti spazi come la cucina e il soggiorno ed eliminati i disimpegni.

Bibliografia

-Augusto Cagnardi, Milano uno due tre e gli altri in Casabella n° 480 Maggio 1982 pp.16-23.
A.VV.,Milano 2, Milano 3, Girasole in Urbanistica n°76-77 1984 pp.173-178.

 

Qualita' progettuale - componenti del progetto urbanistico
Urbanistica



L’area residenziale si colloca nei pressi del perimetro del lotto inserendovi nelle vicinanze i servizi decentrati (asili nido, scuole materne, scuole elementari, scuole medie) mentre nelle vicinanze al centro dell’area troviamo i servizi destinati al pubblico (albergo, residence, cinema,centro religioso,attrezzature civiche,complesso per uffici).


Gli spazi aperti sono organizzati con zone attrezzate per lo sport (11 campi da tennis, 7 piscine, 4 palestre,campi da basket e da pallavolo, altre attrezzature per parco gioco nelle scuole e nelle residenze) e zone attrezzate per il verde da gioco (spazi organizzati nei pressi delle abitazioni, campi gioco di zona e un parco centrale di zona).


Edilizia



La tipologia residenziale usata è di tipo a blocco con altezza non superiore ai cinque piani.


Si ha la presenza di una zona di servizi ricettivi per il ristoro e lo spettacolo,un centro commerciale con 100 negozi, un centro direzionale organizzato in un complesso di uffici, un edificio per il decentramento amministrativo e studi televisivi.


All’ingresso nord trova collocazione anche l’ospedale San Raffaele.


Infrastrutture



Il sistema stradale è organizzato in percorsi differenziati per auto, biciclette e pedoni


(strade veicolari km 7, percorsi pedonali km 10, piste ciclabili km5.


Fig. 1- Planimetria generale
Fig.2-Vista aerea con veduta del laghetto e del sistema di passaggi sopraelevati di attraversamento ciclabile pedonale.
Fig.3- Veduta spazi verdi
Fig.4- Veduta area residenziale
Fig 5- Veduta spazi verdi
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB