spacer.png, 0 kB

Wellington City Stampa E-mail
Scritto da Francesca Della Torre   
lunedì 26 luglio 2010
Autore schedaFrancesca Della Torre
ToponimoWellington City
StatoNEW ZEALAND
Progettista(i)Thomas Ward
Iniziativaprivata
CollocazioneIndipendente
SitoCollinare
IdrografiaIn riva al mare
TipologiaDirezionale
Abitanti205000 abitanti
Superficie2900 ha
Densità abitativa
Data progetto1889
Data costruzione1902
Data completamento


 



LOCALIZZAZIONE E CONFINI

La città di Wellington è la capitale della Nuova Zelanda e si trova nella regione di Wellington, posizionata nella estremità meriodionale dell'Isola del Nord. La Regione conta quatto città: Porirua City, Lower Hutt City, Upper Hutt City e Wellington City.

I confini geografici della Città di Wellington sono lo Stretto di Cook, che separa l'Isola del Nord dall'Isola del Sud, e il profilo collinoso, dove svetta il Monte Vittoria.
La regione conta circa 400000 abitanti, di cui la metà insediati nella capitale.


IL PIANO DELLA NUOVA CITTA

 



Furono gli inglesi che nel 1939 arrivarono in Nuova Zelanda con l'intenzione di insediarla. Nel 1940 fondarono la città di Wellington, in onore del Duca di Wellington vincitore della battaglia di Waterloo, come città portuale con il ruolo di ospitare i coloni che sempre più numerosi iniziarono ad arrivare dal Regno Unito.

Questa prima edificazione non seguì un piano, ma fu principalmente caotica. Nel 1889, dopo i terremoti distruttivi degli anni '50 e '70 che rasero al suolo la città, il governo inglese sentì la necessità di pianificare la ricostruzione della città e affidò il compito all'ingegnere civile Thomas Ward.

Ward tenne come confini della città i profili sinuosi della baia e della collina, ma internamente disegnò una maglia regolare.

L'impostazione data alla città è oggi ancora mantenuta: Lambton Quai è la via commerciale principale di Wellington e segue la linea costiera, correndo dalla Stazione ferroviaria situata a sul confine settentrinale della città, fino all'estremità opposta. Il cuore della città è dominato dal Central Business District (CBD). Nelle zone marginale e lungo il pendio collinare si ergono le abitazioni, che nel primo piano di fondazione erano principalmente palazzi popolari (Work House), sostituite poi col tempo da graziose villette vittoriane.
 
L'ORGANIZZATA RETE DI TRASPORTI

Una caratteristica principale della città  e della regione di Wellington è la fitta rete di trasporti, molti dei quali in linea con le necessità ecologiche e il rispetto dell'ambiente.
L'areoporto di trova a 8 km sud-est dal centro.

La città è raggiungibile dalla State Highway 1 che arriva da Ovest, e dalla State Highway 2 che arriva da est. Le due autostrade si incontrano a Nord del centro di Wellington nel Ngauranga Interchange, da cui la Highway 1 porta il traffico in città, mentre la 2 si dirige all'aereoporto. La via di accesso alla città è a traffico moderato, poichè la Highway 1 ripercorre la Centennial Highway, strada storica presente già nel piano del 1889.

In città ci sono anche due superstrade, la Johnsonville-Porirua Motorway e la Wellington Urban Motorway.

Due linee ferroviarie convergono in Wellington Central Station: la NIMT e la Wellington Railway Station, che ha mantenuto il tracciato storico della città di fondazione.

Per i collegamenti con i sobborghi della città sono presenti diverse Linee Elettriche, tra cui la Johnsonville Line, la Melling Line e la Hutt Valley Line.

Dal porto di Wellington partono anche i colllegamenti marittimi con l'Isola del Sud, grazie alla Cook Strait Ferries Line.

In città sono numerosi i trasporti pubblici: tutta la città è servita dai bus urbani, la maggior parte de quali si incontrano lungo la Golden Mile, un miglio di strada che ripercorre la Lambton Quai di Ward e che si estende dalla stazione ferroviaria fino al Palazzo di Giustizia. Per salire la fascia collinare è invece presente una tramvia funicolare, la Wellington Cable Car.

L'IMPORTANZA DELLA NATURA

La città di Wellington è una città ad alta densità, poichè accoglie la metà della popolazione della regione più tutti i lavoratori pendolari. La scelta fin dal piano di Ward fu quella di addensare le principali attività nella città, che si trova in un punto cruciale, essendo uno snodo commerciale e politico efficiente, permettendo il collegamento fra l'Isola del Nord e l'Isola del Sud, ma anche con il commercio mondiale visto il grande porto.

La città si trova così ad essere molto densa e piena di attività, lasciando poco spazio al verde e agli spazi naurali. Ward scelse per questo di ricreare grandi parchi attorno ai confini edificati della città, con percorsi in mezzo ai boschi che permettessero ai cittadini di svagarsi e di stare in mezzo alla natura.Oggi Wellington conta 500 kmq di parchi regionali e foreste, dove vengono salvaguardate le specie autoctone sia vegetali che animali. Su Monte Vittoria si trova anche un grande Giardino Botanico, che sovrasta la città.





Bibliografia

- Perrod, Carolina "Nuova Zelanda, la terra dalle lunghe nuvole bianche", Polaris, 2008

- Monteath, Colin, "Nuova Zelanda. La terra a confini del mondo", IBS White star, 2006


Sitografia

- Wikipedia.org
- WellingtonNZ.com
- Panoramio.com
- Google Heart


Localizzazione e confini
Localizzazione e confini - la regione
Progetto di Thomas Ward - 1889
Piano approvato - fino 1800
Mappa dei distretti - piano Ward
Lambton Quay - strada commerciale - piano Ward
Lambton Quay - strada commerciale - 1905
Work House - inizio 1900
Down Town attuale - Port Nicholson e i tre quartieri principali
Wellington Cable Car
CBD- Central Business District
Giardino Botanico - Rose Garden
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB