spacer.png, 0 kB

Tornagrain, Scozia, Regno Unito Stampa E-mail
Scritto da Andrea Motti   
mercoledì 12 giugno 2013
Autore schedaAndrea Motti
ToponimoTornagrain
StatoUNITED KINGDOM
Progettista(i)Duany Plater-Zyberk & Company
Iniziativapubblica
CollocazioneIndipendente
SitoPianeggiante
Idrografia
TipologiaCitta' satellite
Abitanti15000 abitanti
Superficie259 ha
Densità abitativa
Data progetto2007
Data costruzione2011
Data completamento2041
IL PIANO
 Il sito confina a nord con la A96 e a sud con la strada Tornagrain - Dalacros, posizionato a metà strada fra Inverness e Narirn e a 1.5 Km dall’aeroporto di Inverness.

 

Si estende lungo la A96 in direzione nord-est e ha una larghezza variabile tra i 500 e i 1000 m arrivando anche a 1400 m nel suo punto più largo; è compreso fra i 12 e 60 m sopra il livello del mare.
Amplio 259 ettari, comprende aree di terreno agricolo e parti di foresta commerciale, quest’ultima rende la visibilità dalla A96 scarsa, nella zona sud è anche presente una cava di sabbia e ghiaia. 
E’ possibile accedere al sito tramite le strade che collegano l’aeroporto, le due rampe di accesso alla A96 e attraverso la Croy road, che attraversa il sito; inoltre verrà costruita una nuova fermata della ferrovia lungo la tratta Inverness - Aberdeen.
Tornagrain è una nuova città che ospiterà la crescita della popolazione a Inverness, che è attualmente una delle città con il più alto tasso di crescita in Europa.  La città si trova nel corridoio di crescita dell’A96 tra Inverness e Nairn, e sarà progettato nella tradizione delle nuove città del Regno Unito.

 

Tornagrain offrirà un esempio di compattezza e di sviluppo sostenibile, completata accoglierà una parte delle quasi 30.000 persone che si prevede di spostare nella regione degli Highlands nei prossimi anni.

 

 

La Nuova Città comprende fino a 4.960 unità abitative, strutture per la comunità (18,222 m2), vendita al dettaglio (20,000 m2), imprese (7,000 m2), industrie ( 1,000 m2), magazzini e distribuzione (1,000 m2), hotel (4,000 m2), istituzioni residenziali ( 5,000 m2), servizi ricreativi (3,000m2), stazioni di benzina (1,500m2) e spazi aperti, infrastrutture e servizi. 
Tornagrain è stato identificato come luogo ideale nel quale si poteva assorbire l’eccedenza di abitazioni della zona di Inverness, per i seguenti motivi :
 

 

  • Ha buoni collegamenti dal punto di vista dei trasporti, essendo vicino alla A96 e alla tratta Aberdeen-Inverness, che ha appena ottenuto il permesso per la costruzione di una nuova fermata, un parco e una pista ciclabile.
  • È adiacente alla zona dell’aeroporto di Inverness che offre opportunità lavorative.
  • È tra una proprietà collettiva controllata che vedrà lo sviluppo di tecnologie sostenibili.
  • Si trova anche al centro dell’area identificata dal Highland Council (THC) come area di crescita e accettata dal governo scozzese. 
 
DISTRIBUZIONE EDIFICI

Lo schema finale della città propone il deviare verso nord il tratto della A96 che attraversa il sito.
Gli usi saranno distribuiti tenendo conto delle caratteristiche chiave di ogni area; il centro città, la parte commerciale con la A96 (e il sito dell’aeroporto), zone residenziali e centri vicini.
Nell’area sono presenti diverse abitazioni che verranno mantenute intatte, mentre altre più moderne verranno demolite per lasciare spazio a nuovi edifici.
La maggior parte del sito è composta da quartieri residenziali dove l’altezza massima consentita, tranne particolari circostanze, è tre piani. La zona commerciale, che segue la A96, potrà raggiungere i 4 piani in modo da riflettere gli usi, il carattere e la scala degli edifici presenti dall’altro lato della strada. Questo assicurerà una vista coerente  e complementare dalla A96. Impedirà anche un conflitto di usi, e offrirà un approccio ordinato all’interfaccia con lo sviluppo futuro dell’Inverness Airport Business Park.
Nel centro della città saranno presenti edifici ad uso misto che manterranno le caratteristiche vernacolari della città residenziale High Streets, questi avranno un’altezza maggiore rispetto alle abitazioni nella zona residenziali. Mentre non è sicuro che questi edifici andranno oltre i 4 piani, ci saranno edifici (ecclesiastici o civici) che potranno raggiungere i 5 piani. Questa interruzione casuale dello skyline della strada principale, aggiungerà interesse, darà un importante contributo al design, al panorama urbano e all’aspetto notturno (soprattutto se vista dalla A96), ma darà anche un senso di carattere, identità alla città e un segno di riconoscimento civico e identitario alla comunità.
Data la portata e i lunghi tempi di realizzazione la città verrà edificata per fasi, gli elementi residenziali, non residenziali, i servizi, gli spazi aperti e le infrastrutture verranno costruiti di pari passo per assicurare la realizzazione effettiva di ogni fase di una comunità sostenibile. La comunità vedrà servizi di supporto e spazi aperti completati in modo da provvedere al futuro, con il migliore ambiente, i migliori servizi e qualità di vita, promuovendo allo stesso tempo un’identità civica integrata fin dall’inizio dell’insediamento.

 

ABITAZIONE E CENTRO CITTA'

Verranno costruite case di ogni tipo tenore e dimensione per soddisfare le esigenze e le richieste di tutti gli acquirenti, incluso un 25% di case a basso prezzo. Le strutture di riposo per anziani, saranno distribuite nelle varie aree residenziali.  Lo scopo è fare in modo che tutte le case siano di alta qualità, che offrano tutti i confort seguendo un tipo di costruzione e di design sostenibile. 

I principali centri commerciali, le aziende si trovano lungo il confine nord. Questo farà si che ci sia una certa coerenza nella zona dedicata alle aziende dal lato opposto rispetto alla A96 come proposto nel Piano Locale, in modo che non ci sia conflitto con la zona residenziale. A parte il IABP ci saranno poche servizi commerciali di larga scala, ma verranno sicuramente introdotte esercizi che offrono opportunità di lavoro su più piccola scala.
Il centro città ha una posizione centrale nella comunità, e qui si troveranno gli enti civici, i negozi e i servizi. Il centro è concepito in modo da essere un punto di riferimento attraente piuttosto che un semplice luogo in cui si trovano servizi e negozi. I negozi al dettaglio sono concepiti in modo da soddisfare i bisogni quotidiani dei residenti, ridurre il traffico negli altri luoghi e alimentare un senso di comunità e di auto sufficienza.
La strada principale ha a est una piazza che avrà di fronte una scuola secondaria che da un valore aggiunto al senso civico della città. A ovest la strada principale (high street) entra nella piazza principale nella quale si trovano negozi al dettaglio (supermarket), un hotel, spazi pubblici(giardini) e il comune o altri palazzi pubblici. Mentre i palazzi di fronte alla piazza potranno avere un design flessibile, per garantire possibilità di modifiche future. Dietro alla prima fila di palazzi si troveranno i parcheggi che saranno comodi per raggiungere i principali servizi cittadini. Importante è notare che la strada principale è a solo 10 minuti da tutti i principali centri della comunità in modo da favorire l’uso dei mezzi pubblici. 

 
PAESAGGIO E SPAZI APERTI
Il design di Torngrian è stato guidato dall’SNH Inner Moray Firth Landscape Character Assessment.

 

La strategia paesaggistica proposta per il sito è stata ispirata dalla piantagione commerciale già esistente che circonda completamente il sito. Queste terre sono situate nella parte nord occidentale del sito e poi al di là del sito nella parte sud. Verranno piantate nuove piante e realizzati parchi in modo che l’insediamento sia in una cornice verde  e che all’interno ci siano spazi aperti e corridoi verdi.
La ristrutturazione ambientale sarà diretta verso una mescolanza di specie , creando foreste di piante a legno duro e di conifere. 
Nel sito saranno presenti 79,4 ettari di spazi aperti e di boschi. Questo garantirà un ambiente e un paesaggio di alto livello, sia per scopi ludici formali che informali, campi da bocce e lotti. Sono inclusi anche 14,7 ettari di parchi e 12,9 ettari di campi da gioco. Questi servizi garantiranno un bel paesaggio ma stimoleranno anche lo sport e il benessere.
 
SERVIZI PER LA COMUNITA' E INFRASTRUTTURE

 

Oltre allo spazio all’aria aperta, opportunità di lavoro nel centro commerciale e nella vendita al dettaglio sia nel centro che nelle zone residenziali, la proposta include anche una scuola secondaria, quattro scuole elementari, una piscina, un centro per la comunità, luoghi di culto, biblioteca, e centri per l’eduzione degli adulti, sanità e servizi di emergenza. 

La rete stradale principale verrà incrementata mano a mano che il progetto si svilupperà. La A96 e la connessione con Corey verranno migliorate mano a mano che il sito verrà sviluppato, in modo da assicurare un buon flusso del traffico in sicurezza. Il fatto che il sito sia vicino all’aeroporto garantisce che la comunità potrà beneficiare di trasporti servizi di autobus o taxi sulla A96. La fermata e adiacente pista ciclabile e pedonale  di Dalacross recentemente approvata permetterà ai residenti di raggiungere la rete ferroviaria in soli 10 minuti a piedi.

La rete di strade principali è concepita in modo da offrire accesso ai pedoni ai principali servizi nel centro città, ai quartieri residenziali limitrofi, ai servizi sportivi e agli spazi aperti. Una rete di sentieri e di corridoi verdi verranno realizzati per spronare gli abitanti a spostarsi a piedi e in bicicletta nella città  ma anche per migliorare il contatto con l’ambiente. 

Bibliografia
- DPZ, Tornagrain, A planned town for the Highlands, Planning Statement, 2009 - DPZ: http://www.dpz-europe.de/e/dpz-Tornograin.html - Presentazione Tornagrain: http://www.tornagrain-newtown.co.uk/
Masterplan Tornagrain
Illustrazione Tornagrain
Illustrazione Tornagrain
Illustrazione Tornagrain
Illustrazione Tornagrain
Schema strade principali
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB