spacer.png, 0 kB

La nuova Villafranca di Verona Stampa E-mail
Scritto da Damianos Damianakos   
giovedì 09 marzo 2017
Autore schedaN. Silvestri, J. Vicentini
ToponimoVillafranca di Verona (VR)
StatoITALY
Anno di progetto2016
Docente tutorP. Ventura, I. Tagliavini, A. Di Paola
CollocazioneIndipendente
Sito{sito}
Idrografia
Tipologia funzionaleGiardino
Abitanti30053
Superficie445.6 ha
Densità abitativa





 



IDEA PROGETTUALE



La città presa in considerazione per il progetto è Villafranca di Verona, in seguito ad una catastrofe che ha raso al suolo tutto l’edificato abbiamo riprogettato tutti gli spazi e ricostruito edifici per  ospitare nuovamente un numero di 30.000 abitanti, l’idea progettuale arriva dal progetto di città utopica di Soria  y Mata, ovvero la Ciudad Lineal, proposta per Madrid ma mai effettivamente realizzata. Arturo Soria y Mata era convinto che i problemi delle grandi città contemporanee derivassero dal congestionamento della circolazione, e che quest'ultimo fosse dovuto alla tradizionale struttura urbanistica che prevedeva uno sviluppo concentrico intorno ad un nucleo. Arrivando alla conclusione che la città migliore è quella in cui si perde meno tempo per gli spostamenti, propose quella che ritenne essere una soluzione radicale al problema: la ciudad lineal ("città lineare", in spagnolo), un insediamento di larghezza definita costruito su un'asse centrale la cui lunghezza può essere potenzialmente illimitata. Soria prevedeva un viale centrale, alberato e diviso in due corsie da una ferrovia elettrica centrale. Da questo asse avrebbero dovuto dipartire le traverse lunghe circa 200 metri e larghe 20. La città lineare di Soria è prevalentemente una città di case isolate in cui gli edifici possono coprire solo un quinto della superficie di ogni lotto.



 



NUOVO PROGETTO



Nel nostro caso visti i tempi che sono radicalmente cambiati e subentrano necessità diverse, la stazione verrà messa in un punto centrale alla città ma con le dovute distanze per evitare il disturbo nel nucleo vero e proprio centrale. Il concetto base di questa metodologia di edificazione è comunque chiaro, ovvero creare una città senza intralci, dove ci si possa muovere liberamente e raggiungere ogni punto della città con facilità. I servizi pubblici trovano alta concentrazione in quello che è il vero e proprio centro, ma nonostante questo si sviluppano anche lungo l’asse principale della viabilità, dove troviamo 3 corsie di percorribilità, una centrale destinata solo al traffico pedonale, mentre le altre due permettono il traffico delle macchine con velocità di percorrenza diversa, rispettivamente 30km/h e 40km/h. Lungo questi 3 assi oltre ai servizi si sviluppa una striscia alternata di parchi dove il pedone può fermarsi per una sosta o godere di quella che è la natura al centro dell’urbanità, servizi commerciali rifacendoci anche alla struttura della città precedente che vedeva nel commercio un grande punto di forza oltre che una bella pubblicità turistica con negozi di alta moda. Appena fuori quello che è il nucleo insediativo della città troviamo la grande viabilità, con connessioni tangenziali che permettono di raggiungere Verona e Mantova in breve tempo, attraverso queste connessioni possiamo decidere di raggiungere l’Aeroporto Internazionale di Villafranca e lo svincolo autostradale che porta poi in tutte le direzioni essendo la provincia di Verona uno snodo fondamentale per tutto il Nord dell’Italia. La zona industriale è stata collocata oltre la viabilità fuori dai confini della città rifacendoci come dimensioni a quelle della precedente,  fondamentale è anche la connessione immediata di essa con la stazione dei treni, una piazza di carico e scarico collega la stazione alla zona industriale. E’ stato inserito al di fuori dei confini anche uno stadio comunale, le dimensioni non sono quelle di una grande città per Villafranca quindi la decisione è quella di inserire una tribuna unica con duemila posti come nella precedente città.



 

Bibliografia
Planimetria scala 1:5000
Schemi di analisi
Planimetria scala 1:2000
Progetto del parco urbano
Sezioni stradali
Ultimo aggiornamento ( giovedì 09 marzo 2017 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB