spacer.png, 0 kB

Nuova Traversetolo Stampa E-mail
Scritto da Damianos Damianakos   
martedì 21 marzo 2017
Autore schedaM. Motti, G. M. Zannetti
ToponimoTraversetolo (PR)
StatoITALY
Anno di progetto2016
Docente tutorP. Ventura, I. Tagliavini, A. Di Paola
CollocazioneIndipendente
Sito{sito}
IdrografiaSu grande fiume
Tipologia funzionaleGiardino
Abitanti30321
Superficie500 ha
Densità abitativa

 


 


Il progetto della nuova città di Traversetolo nasce dall’ipotesi di una calamità naturale, quale l’esondazione dei torrenti Enza e Termina, che distruggano interamente l’attuale paese. Ipotizziamo anche che i detriti depositati a seguito dell’esondazione livellino leggermente il suolo e lo rendano più pianeggiante. Per poter ospitare circa 30.000 abitanti occorre estendere l’attuale superficie di Traversatolo, comprendendo anche parte delle frazioni limitrofe fino ad occupare una superficie di circa 5 kmq, e aumentarne quindi la densità territoriale. Si è deciso di estendere i confini comunali verso Nord, ovvero la zona più pianeggiante, in modo da sfruttare al meglio gli spazi e facilitarne la gestione. Partendo dall’analisi del territorio si è deciso di estendere l’attuale superficie del comune verso Nord, nella zona più pianeggiante, e di racchiudere i nuovi confini tra il torrente Termina a Est e il torrente Masdone a Ovest. Le vie di comunicazione con i comuni limitrofi sono state mantenute nella stessa posizione e collegate con la nuova circonvallazione progettata: queste strade rappresentano gli ingressi alla città; tra i principali ci sono gli accessi provenienti da Parma, da Reggio Emilia, da Lesignano De’ Bagni e dalla zona appenninica. Viene delineata quindi una forma leggermente allungata della città, composta da cinque quartieri residenziali, di cui uno centrale principalmente dedicato ad ospitare i servizi, un quartiere industriale a Nord e un parco urbano con area sportiva esteso su tutto il lato Est confinante con il torrente Termina.


Punti di forza


Funzionalità dei quartieri: presenza dei servizi principali e delle scuole, posti nelle zone centrali dei quartieri e facilmente raggiungibili dagli abitanti in pochi minuti a piedi e con i mezzi pubblici. Densità territoriale maggiore nella zona centrale dei quartieri in prossimità dei servizi e lungo le strade principali confinanti con altri quartieri e densità progressivamente inferiore verso le zone periferiche. Pedonabilità favorita: servizi principali raggiungibili a piedi entro 10 minuti, strade di quartiere a basso limite di velocità, marciapiedi accostati ad aiuole alberate. Diversificazione edilizia: quartieri dotati di tutte le tipologie edilizie in percentuale simile. Rete stradale gerarchizzata con lo scopo di limitare il traffico e indirizzarlo verso la circonvallazione esterna alla città e le strade inter-quartiere. Progettazione di un cuscinetto ecologico che isoli le zone residenziali dalla circonvallazione e dal quartiere industriale. Zona fluviale valorizzata dalla presenza del nuovo “Parco dello sport” dotato di attrezzature sportive di vario genere, aree ludiche, orti urbani e percorsi ciclo-pedonali nel verde. Presenza di tre linee di autobus i cui percorsi servono in modo omogeneo l’intera area del Comune e connettono con i comuni limitrofi. Presenza di un grande quartiere centrale accessibile comodamente da tutti i quartieri, dotato di tutti i servizi, collegato ai quartieri dalle tre linee di autobus e adiacente al “Parco dello sport”.






QUARTIERI


Quartieri Residenziali


I quattro quartieri residenziali hanno forma pressoché rettangolare, variano tra i 61 e i 74 ha circa e confinano tutti con il quinto quartiere, quello centrale. Sono delimitati da strade residenziali a velocità di percorrenza di 30 km/h su due lati e da una strada interzonale a 50 km/h sugli altri due. I quartieri sono dotati dei servizi principali, aree verdi, parchi urbani, attrezzature sportive e di scuole di tutti i gradi eccetto gli istituti superiori, collocati nel quartiere centrale. Le varie tipologie edilizie sono distribuite in modo da ottenere una graduale variazione di densità di popolazione sempre più bassa verso le zone periferiche. Gli edifici plurifamiliari sono collocati nei lotti adiacenti ai servizi e alle scuole e lungo le strade di separazione tra un quartiere e l’altro.


Quartiere Centrale


Il quartiere centrale è collocato in posizione strategica: i quattro quartieri residenziali hanno un lato confinante con esso, in modo da poter fruire comodamente dei servizi che offre. Questo quartiere ha una duplice funzione ben distinta: ospita per metà isolati residenziali e l’altra metà, quella adiacente al parco urbano, un centro cittadino dotato di tutti i servizi e delle scuole superiori. Il centro cittadino è raggiungibile con tutti e tre le linee di autobus e si articola su tre strade principali riservate ai mezzi pubblici quali autobus e taxi, alle biciclette e ai pedoni. L’accesso a queste tre strade è vietato a mezzi pesanti, autovetture, motocicli e ciclomotori, che però possono parcheggiare in uno dei cinque parcheggi situati ai margini del centro, in modo da limitare al massimo il traffico e rendere gli spazi commerciali e ricreativi più sicuri e piacevoli. I servizi si sviluppano principalmente attorno a due piazze principali: quella su cui affacciano chiesa e municipio, più istituzionale, e quella del mercato, di carattere commerciale, affacciata direttamente sul il parco urbano.


Quartiere Industriale


Il quartiere industriale si sviluppa a Nord di Traversetolo per circa 44 ha ed è direttamente connesso con le due vie di comunicazione più importanti provenienti da Parma e Reggio Emilia: questa scelta è dettata dal fatto di avere la necessità di collocare il quartiere in una zona facilmente raggiungibile dalle strade extraurbane principali e di evitare quindi il passaggio di mezzi pesanti vicino alle zone residenziali. Il quartiere è separato dai due quartieri residenziali adiacenti da un cuscinetto ecologico alberato e ospita anche sul lato Ovest l’ospedale con un ampio parcheggio e sul lato Nord il cimitero, opportunamente distante e schermato da alberature.






STANDARD URBANISTICI


Le dotazioni territoriali inserite nei quartieri della città rispettano gli standard urbanistici di qualità urbana ed ambientale definiti dalla pianificazione. In ognuno dei quartieri è stata calcolata la quantità minima di verde, parcheggi, attrezzature collettive e istruzione sulla base del numero di abitanti: ad ogni abitante vengono assegnati un minimo di 18 mq suddivisi in 9 mq di verde, 2,5 mq di parcheggi (conteggiati lungo le strade e nelle aree di parcheggio), 2 mq di attrezzature collettive e 4,5 mq di istruzione. In tutti i quartieri della città sono presenti il minimo o spesso una quantità eccedente di dotazioni territoriali: queste sono distribuite in modo abbastanza omogeneo; le attrezzature collettive e gli edifici destinati all’istruzione sono collocati nella zona centrale dei quartieri insieme a gran parte del verde di quartiere e delle attrezzature sportive, in modo da facilitare un’agevole fruizione da parte di tutti i cittadini. Fa eccezione il quartiere C-Centrale in quanto si tratta di un quartiere multi-funzione suddiviso nettamente in due aree: da una parte sorge una zona residenziale dotata di aree verdi e parcheggi e priva di attrezzature collettive e istruzione, dall’altra il centro della città in cui vengono collocati tutti i servizi necessari alla comunità. Le dotazioni del quartiere C rispettano quindi gli standard urbanistici ma i servizi eccedono largamente: questi sono infatti fruibili da tutta la comunità e non solo dagli abitanti del quartiere C.






IL VERDE E IL “PARCO DELLO SPORT”


Il verde di Traversetolo può essere suddiviso in varie tipologie a seconda della posizione in cui è collocato. Il verde di quartiere comprende quello di rione ed ha diverse funzioni e caratteristiche: troviamo parchi gioco, campi sportivi, parchi progettati e aree verdi non attrezzate. Le aree più grandi di verde sono collocate vicino a servizi e scuole, principalmente al centro dei quartieri, o comunque sono facilmente fruibili dalla gran parte dei cittadini. Intorno alla città, tra gli isolati residenziali e la circonvallazione, si estende una fascia larga circa 60 metri che funge da cuscinetto ecologico: le alberature e la dimensione di quest’area permettono di schermare le abitazioni dall’inquinamento acustico proveniente dalla circonvallazione. Lungo l’intero lato Est della città si estende il parco urbano  denominato  “Parco  dello  Sport”  per  le molteplici   funzioni   sportive   collocate   al   suo interno. A quest’area si accede tramite il woonerf che  parte  dal  quartiere  centrale  e  si  insinua all’interno dell’area del parco dedicata allo sport. Le attrezzature sportive sono dedicate a molti tipi di sport come calcio, rugby, tennis, nuoto, atletica, un’area per parkour, skateboard e crossfit e palestre polivalenti per basket, pallavolo, danza, arti marziali e altro. E’ possibile praticare sport all’aperto nei campi sportivi, nella pista e nei due stadi del calcio e del rugby, ma anche al coperto nelle palestre. Lungo l’argine del fiume corre un viale ciclo-pedonale che crea un percorso che circonda tutto il parco, le varie attrazioni ed è accessibile dalle strade principali residenziali di quartiere. All’interno del parco sono presenti anche una piscina estiva, un grande parco giochi, un’area riservati ai cani, un parco con boschetto e un parco urbano progettato adiacente alla piazza del mercato del quartiere centrale. Nell’area più a Nord del grande parco urbano, vicino agli isolati residenziali, si trova una zona dedicata agli orti urbani: quest’area è facilmente accessibile dalle strade residenziali in modo da dare la possibilità ai cittadini di usufruire dei terreni dati in dotazione alla comunità per la coltivazione. L’intero parco è separato dal torrente Termina, oltre che dall’argine, da una fascia di rispetto con leggera pendenza e caratterizzata da vegetazione non particolarmente progettata.






LE TIPOLOGIE EDILIZIE


Le tipologie edilizie inserite nel progetto sono:


- Monofamiliari: 10x10m, due livelli (altezza circa 6m), ospita fino a 6 persone;


- Bifamiliari: 15x10m, due livelli (altezza circa 6m), ospita fino a 9 persone;


- Schiere: variabili composte da 3 a 7 unità abitative di 10x10m, due livelli (altezza circa 6m), ogni unità abitativa ospita fino a 6 persone;


- Plurifamiliari: 25x10m, quattro livelli (altezza circa 12m), ospita fino a 30 persone.






I SERVIZI


I servizi sono collocati nel centro della città e, alcuni di essi, anche ripetuti e distribuiti nei quattro quartieri residenziali vicino alle aree verdi e serviti dai mezzi pubblici. Tra i principali servizi di quartiere troviamo edifici religiosi, attrezzature ad uso collettivo, edifici commerciali, poste e banche.






L’ISTRUZIONE


All’interno di ognuno dei quattro quartieri residenziali si trovano gli asili, le scuole materne, le elementari e le medie: sono collocate al centro dei quartieri e vicino a aree verdi e attrezzature sportive come palestre, piste di atletica e campi sportivi in modo da facilitarne l’utilizzo da parte di bambini e ragazzi. Le scuole superiori sono collocate nel quartiere centrale, dotate di area verde e vicine al “Parco dello Sport” raggiungibile a piedi in pochi minuti. Tutte le scuole sono dotate di fermate bus nelle immediate vicinanze.






L’OSPEDALE


L’ospedale è collocato nel quartiere industriale a Nord della città in posizione facilmente raggiungibile da una delle vie principali che divide a metà da Nord a Sud Traversetolo e dalla circonvallazione a scorrimento veloce.


E’ dunque facilmente raggiungibile sia dalle automobili, per le quali è presente un ampio parcheggio, sia dai percorsi pedonali e ciclabili, sia da una delle linee bus.






LA VIABILITÀ


Strada urbana a scorrimento veloce (70 Km/h): Circonvallazione a scorrimento veloce a forma di “C” che ha come limiti i ponti che attraversano il torrente Termina e delinea il perimetro esterno della città. La strada è costituita da due sensi di marcia, separati da uno spartitraffico, ognuno dei quali è dotato di doppia corsia. Ai margini della carreggiata si trova terreno con leggera pendenza e alberi che filtrano l’inquinamento acustico verso la città tramite il cuscinetto ecologico di circa 60 metri.


Strada Interquartiere (50 Km/h): Strada che corre lungo il perimetro dei quartieri sul lato esterno della città, compresa tra gli isolati residenziale e il cuscinetto ecologico o il “Parco dello Sport”. Si tratta di una strada residenziale ma con residenze solo su un lato della strada e spesso con affaccio sul lato degli edifici quindi con pochi accessi principali e di conseguenza meno frequentata. E’ dotata di una corsia per senso di marcia, parcheggi lungo la strada alternati ad aiuole alberate, marciapiedi su entrambi i lati e pista ciclabile a doppio senso di marcia sul lato opposto alle abitazioni.


Strada Residenziale di Quartiere (30 Km/h): Strada che separa un quartiere dall’altro e suddivide i rioni, permettendo un facile raggiungimento dei servizi e delle attrezzature collettive di quartiere. Percorribile da veicoli a motore, compresi autobus, biciclette e pedoni. Composta da una corsia per senso di marcia, parcheggi lungo la carreggiata alternati ad aiuole alberate e marciapiedi su entrambi i lati.


Strada Residenziale Locale (10 Km/h): Strada che circonda gli isolati. Composta da una corsia per ogni senso di marcia affiancate da marciapiedi e separate da aiuole alberate e parcheggi su entrambi i lati delle aiuole.


Strada Commerciale (10 Km/h): Strada situata nel centro della città in prossimità dei servizi. Transito vietato a veicoli a motore non autorizzati, ma riservata a autobus, taxi, biciclette e pedoni. Pensata per limitare al massimo il traffico e favorire i pedoni e i ciclisti. Situata in un’area ad uso principalmente commerciale e ricreativo. Composta da una corsia per senso di marcia riservata a mezzi pubblici, aiuole alberate laterali, pista ciclabile e ampio marciapiede su entrambi i lati.


Woonerf: Strada in cui pedoni e ciclisti hanno la precedenza su automobili, motocicli e ciclomotori e in cui vengono attuati una serie di accorgimenti per costringere gli automobilisti ad adottare comportamenti più prudenti,  come dossi, attraversamenti rialzati, chicane, ecc. Soluzione adottata all’interno dell’area del “Parco dello Sport” in modo assicurare una maggiore sicurezza per ciclisti e pedoni che frequentano il parco e praticano sport. Strada pavimentata con auto-bloccanti in pietra con una corsia per senso di marcia non separata, parcheggi alternanza che formano chicane, aiuole alberate, marciapiedi e aree verdi di contorno.


I trasporti pubblici


Dato che Traversetolo è sprovvista di una linea ferroviaria si è pensato di incrementare le linee di autobus in modo da dare la possibilità di usufruire del servizio a un più alto numero di utenti e coprire l’area comunale in modo omogeneo. Le linee bus effettuano un servizio extra-urbano e connettono quindi non solo i luoghi più ricettivi della città, ma anche i comuni limitrofi: la linea “blu” connette Parma e Traversatolo, la linea “rossa” Reggio Emilia con Neviano degli Arduini passando da Traversetolo e la line “gialla” Lesignano De’ Bagni con Traversetolo. Ognuna di esse passa dal centro della città e quindi incentiva l’uso dei mezzi pubblici sul raggio urbano ma anche su più ampia scala perché connette con il territorio circostante.




Bibliografia

Roberto Lasagni, Sonia Moroni, Traversetolo e le sue strade, Italia 2006.


Comune di Traversetolo, 2011. PSC. Traversetolo (Parma) Anon., 2005. http://www.comune.traversetolo.pr.it/. [Online]. Anon., 2010-2016. http://www.italiapedia.it. [Online].


Anon., 2016. https://it.wikipedia.org/wiki/Traversetolo. [Online]. Anon., 2009. http://www.mapire.eu [Online].


Anon., 2014. http://www.istat.it [Online]. Anon., 2014. http://www.igmi.org [Online].


Anon., 2014. http://www.comuni-italiani.it/. [Online].




Inquadramento territoriale
Schemi compositivi
Planimetria scala 1:5000
Planimetria scala 1:2000
Sezioni stradali
Progetto del parco urbano
Plastico
Ultimo aggiornamento ( martedì 21 marzo 2017 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB