spacer.png, 0 kB

þrestad Syd Stampa E-mail
Scritto da alessandra bianchi   
martedì 10 marzo 2009
Autore scheda
ProgettistaARKKI ApS ( Masterplan), GHB and Bysrup (spazi urbani),3xNielsen, Domus Arkitekter, Vandkunsten, Arkitema,Steven Holl, Entasis, Wingardh, Jensen & Skodvin, Vogt, Bjarke Ingels Group, Vilhelm Lauritzen, Nils Torp, Force4, MRDV, HST, KHRAS, Hvidt & Moolgaard, Lisbeth Westergaard
Anno di Progettazione1994-2006
Anno di Realizzazione2007-2008
PaeseDENMARK
Committenza/Soggetti promotoriǾrestadsselskabet(Società per lo sviluppo di Ǿrestad, azienda pubblica di proprietà della città di Copenhagen e dello stato)
Strumenti urbanisticoConcorso Internazionale per Master plan completo per Ǿrestad, 1994. Piano locale per Ǿrestad Syd n°398 approvato nel dicembre 2005. Concorso di idee per gli spazi urbani di Ǿrestad Syd, 2006
Dati quantitativi
Popolazione insediata10.000 abitanti abitanti
Superficie territoriale (St)500000 mq
Superficie o volume utile edificati (Su)1200000 mq o mc
Superficie fondiaria (Sf)330000 mq
Superficie coperta residenziale (Scr)130000 mq
Superficie delle strade105000 mq
Superficie dei parcheggi pubblici65000 mq
Superficie dei servizi pubblici75000 mq
Superficie del verde pubblico attrezzatoarea protetta:2000 ha mq
Numero alloggi3500 (reali o presunti)
Superficie delle attivita commerciali75000 mq
Superficie delle attivita direzionali75000 mq
Superficie delle attivita ricettive17000 mq
Superficie delle attivita artigianali e industriali mq
Densità abitativa
Descrizione sintetica generale
Ǿrestad Syd è la zona più a sud di una nuova parte della città di Copenhagen denominata Ǿrestad che ha in totale un’estensione di 310 ha, Prevede 20000 residenti e molte più persone che vi si recheranno per lavoro o attratti da interessi commerciali, culturali e naturalistici.
Si trova nella regione dell’Ǿresund e confina a est con l’aeroporto internazionale di Copenhagen e a ovest con la grande riserva naturale di Kalvebood Faelled.
Nei primi anni ’90, in seguito ad un periodo di crisi che aveva colpito la capitale danese, si presero alcune importanti decisioni: ampliare l’aeroporto internazionale a 10 km dalla città, creare un collegamento fisso con la Svezia su ruota e rotaia, attirare progetti culturali e aumentare la capienza alberghiera e congressuale per rafforzare le attività commerciali e conseguentemente,la regione e la capitale danese (figura1).
Vennero quindi individuate aree intorno al porto e all’aeroporto (Ǿrestad) per nuovi insediamenti commerciali e residenziali (figura2).
Si costituì la Società per lo sviluppo di Ǿrestad e attraverso concorsi internazionali venne definito il masterplan per l’intera area che diventò così un “laboratorio per idee nuove” e diede a questa zona lo status di area verde urbana (figura3).
Lo scopo del Masterplan era attirare investitori e abitanti in un’area dalla qualità architettonica molto elevata data soprattutto dalla vicinanza con l’acqua e il verde: si definirono la presenza di edifici per la cultura, abitazioni pensate per specifiche esigenze, l’andamento della metropolitana e delle arterie viabilistiche principali e le relazioni tra gli edifici e le aree verdi circostanti .
Lo sviluppo dell’intero sito inizialmente era previsto su un arco di 30-40 anni, ma visti i grandi progressi avvenuti, si dovrebbe concludere entro i prossimi 10 anni.
Sono stati promossi molti progetti per la vita quotidiana di chi abita, lavora o visita questa città e oltre alla già citata attenzione alla natura, quella per l’arte. Opere d’arte sono state inserite nei quartieri già durante le prime fasi, per integrarsi al meglio con la vita delle persone e migliorarla.
La nuova area urbana si compone di quattro distretti collegati tra loro da un sistema di canali, ognuno con peculiarità proprie dal punto di vista degli usi e dei tempi di realizzazione, così come la struttura di ogni canale rende i diversi paesaggi unici.
Ǿrestad Nord è il quartiere più vicino al centro di Copenhagen ed è vissuto come confine tra la vecchia città e la nuova; è stato concepito come nuovo centro per la cultura, le arti e i media.
Ospita ad esempio tutte le facoltà tecniche e alcune di quelle umanistiche dell’Università di Copenhagen, la sede della televisione danese e un grande centro concerti. Attualmente questo quartiere è in fase di completamento e i servizi che offre attirano molte persone dall’intera regione e fanno sì che sia intensamente vissuto ad ogni ora.
Amager Faelled è l’area che verrà realizzata per ultima ed ha una posizione molto particolare dal punto di vista ambientale in quanto confina anche a nord con la grande riserva naturalistica. Ǿrestad City è un quartiere molto denso, pieno di attività commerciali e direzionali di grandi dimensioni, pensato per essere il nuovo cuore commerciale della città: la maggior parte dei 60000 lavoratori che sono previsti a Ǿrestad saranno impiegati proprio in questo distretto e il solo centro commerciale Field’s attrae 8 milioni di persone l’anno.
Ǿrestad Syd si sviluppa a sud dell’autostrada Ǿresund fino al limite meridionale della città, Kalvebood Faelled ed è strutturata in modo da creare un chiaro confine tra la città e l’area protetta di 2000 ettari che circonda il quartiere: un grande spazio aperto che offre diverse varietà di specie animali e vegetali.
L’idea del Masterplan per quest’area era di costruire unità urbane ben definite che contrastassero il paesaggio naturale, ma allo stesso tempo è stata prevista grande attenzione per gli spazi aperti e il paesaggio stesso nella progettazione degli edifici (figura4).
È stata definita come una versione moderna della “città ideale tradizionale”: la struttura semplice, ma organizzata crea spazi densamente costruiti che però contribuiscono alla vita e al lavoro in comune degli abitanti.
Il progetto dei singoli appartamenti e dei blocchi è “internazionale” e sperimentale: in questo modo chi vivrà a Ǿrestad Syd vivrà in mezzo alla natura, ma nel contempo, in una città capitale (figura6).
Una delle aree miste residenze-servizi del quartiere è stata progettata con il sistema di concorsi Europan9 e tra i vari progettisti incaricati delle “singole” unità, spiccano alcuni nomi conosciuti a livello internazionale, quali Steven Holl, MVRDV, 3xNielsen ecc.
Bibliografia
B.Secchi, “Orestad“, in Casabella n.617, pp.18-24 , 1994.
http://www.orestad.dk (novembre 2008)
http://www.orestadsyd.dk
http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=365571&page=8
http://www.aprt.fi/english/about.html
http://www.europan-europe.com
http://www.bighouse.dk/
http://www.frikvarteret.dk/
http://www.stevenholl.com/project-detail.php?type=housing&id=59&page=0
http://www.vandkunsten.com/uk/Projects/Project/orestad-south-housing/87-37.p
Qualita' progettuale - componenti del progetto urbanistico
Urbanistica
Dal punto di vista quantitativo vi è pressoché equilibrio tra le aree destinate alla residenza e non. Ogni blocco è pensato per essere misto, nelle aree di grande traffico troviamo spesso negozi e servizi ai primi piani, ma man mano che si sale residenze, che sono invece state privilegiate nelle zone affacciate sul verde. Le abitazioni presenti saranno di due tipi: piccoli appartamenti e residenze più grandi (pensati appositamente per i giovani e le famiglie) rispondendo alle richieste di della città che si espande e attraendo popolazione nel nuovo quartiere.

Nell’intero distretto di Ǿrestad vi sarà una grande quantità di attrezzature pubbliche, l’ospedale di Amager Faelled, alcuni dipartimenti dell’università e scuole primarie e secondarie. Nel quartiere Syd si possono ricordare la scuola comprensiva,il centro sanitario, un centro diurno e una chiesa. Le funzioni sociali e culturali sono strettamente legate a quelle commerciali dal punto di vista della loro posizione, per creare un quartiere “vibrante e vissuto”.

Il quartiere confina a ovest e a est con l’enorme riserva naturale di Kalvebod Faelled e tutto è stato progettato per rendere graduale il passaggio dal centro della stessa Copenhagen alle zone più aperte, (sebbene venga in alcuni casi definito “drammatico”) e richiamare la grande risorsa presente in quel luogo.

Nel 2005 è stato indetto un concorso per la progettazione degli spazi aperti di Ǿrestad Syd, che ha dato esito alla creazione di sette piazze e tre spazi allungati, ciò testimonia l’attenzione a questo tema, tanto che è stato studiato ancor prima di pensare agli edifici edsi trova già nel Masterplan del 1995 (figura7).L’intervento si articola su tre spine che corrono da nord a sud, suddividendo gli spazi e le varietà di paesaggi su cui si affaccia il quartiere, intervallati da aree verdi e specchi d’acqua. L’intento è stato quello di creare una città densa, ma ordinata in una semplice struttura formata da piazze principali, viali e strade. La circolazione interna, ad esempio è affiancata da piantumazioni di vario tipo, tutte progettate, e la direttrice est è suddivisa da un canale che sfocia, a sud del quartiere in un lago di notevole importanza per gli edifici che si affacciano sul limite sud tanto che uno dei grandi complessi residenziali è stato denominato Lake City.

In questa zona i parcheggi pubblici sono completamente interrati, a differenza del distretto degli affari e del commercio Ǿrestad City in cui vi sono grandi parcheggi a raso
Edilizia
Tutti gli edifici presenti rientrano nella tipologia dell’edificio in linea o a grandi blocchi: sono tutti di grandi dimensioni, con altezze medie di 8 piani e allo stesso tempo grande attenzione agli spazi collettivi. Nel caso della Big House, per esempio si ha un edificio a corte di grandi dimensioni; mentre in alcuni casi troviamo affacci comuni su spazi aperti e, in altri possiamo parlare di vere e proprie piazze interne agli edifici. Ogni blocco è stato progettato con particolari caratteristiche differenziandosi molto. Tuttavia,vi sono alcune caratteristiche comuni: l’innovazione architettonica, la flessibilità degli spazi, l’attenzione agli affacci esterni e alla vita di comunità.

Sul limite sud est del distretto troviamo Klasi Holistic House, un grande complesso ricettivo specializzato nel benessere destinato ad attrarre visitatori da tutta Copenhagen.

La maggior parte degli edifici di Ǿrestad Syd ha funzioni miste: residenziali, commerciali e di servizio.
Infrastrutture
A Ǿrestad si è data molta importanza alle infrastrutture per lo spostamento:le strade di collegamento interno, quelle di grande traffico e le piste ciclabili sono state realizzate ancor prima degli insediamenti stessi così che fossero funzionanti il prima che gli insediamenti cominciassero a prendere forma.

Si sono costruiti una nuova linea della metropolitana rialzata (la prima al mondo totalmente automatica), che è il mezzo di trasporto pubblico più importante in questa area e un collegamento con la linea di trasporto regionale che collegano il nuovo quartiere al centro città in meno di 10 minuti (figura8).Il distretto di Ǿrestad ha inoltre a disposizione un’autostrada e una ferrovia di interesse internazionale che effettuano il collegamento con la Svezia attraverso il ponte sull’Ǿresund e il tunnel.

Le principali vie di traffico si trovano tutte dalla parte opposta rispetto alla riserva naturale, ciò è dipeso dalla linearità delle vie di comunicazione con il centro città e l’aeroporto, ma soprattutto dalla volontà di creare un polo di infrastrutture ben definito e concentrato, senza creare un sistema di circonvallazioni ma penetrando direttamente nelle aree residenziali, senza dimenticare di creare grandi aree pedonali pensate soprattutto per favorire l’aggregazione dei nuovi abitanti.
fig2. Aree di espansione previste per la città di Copenhagen, in rosso þrestad
fig3. Masterplan di ARKKI per þrestad
fig6. Modello dei progetti definitivi per þrestad Syd
fig7. Spazi verdi, tavola di concorso
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2021 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB