spacer.png, 0 kB

Climat de France Stampa E-mail
Scritto da Mila Garavelli   
venerdì 29 maggio 2009
Autore scheda
ProgettistaFernand Pouillon
Anno di Progettazione1955-57
Anno di Realizzazione
PaeseALGERIA
Committenza/Soggetti promotoriSindaco Chevallier
Strumenti urbanistico
Dati quantitativi
Popolazione insediata10000 abitanti abitanti
Superficie territoriale (St)300000 mq
Superficie o volume utile edificati (Su) mq o mc
Superficie fondiaria (Sf)19623 mq
Superficie coperta residenziale (Scr)12811 mq
Superficie delle strade21314 mq
Superficie dei parcheggi pubblici mq
Superficie dei servizi pubblici mq
Superficie del verde pubblico attrezzatopiazza: 11567 mq
Numero alloggi3500 (reali o presunti)
Superficie delle attivita commerciali6818 mq
Superficie delle attivita direzionali mq
Superficie delle attivita ricettive mq
Superficie delle attivita artigianali e industriali mq
Densità abitativa
Descrizione sintetica generale
L'architetto Fernand Pouillon (1912-1986), per il quartiere residenziale Climat de France realizzò due progetti: il primo, che consisteva in un vasto quartiere in cui erano riproposte le gerarchie urbane tipiche degli interventi parigini dello stesso, venne giudicato insufficiente e abbandonato in fase ormai avanzata dal suo stesso autore; il secondo, dopo essere stato realizzato, venne quasi completamente distrutto a causa di sconvolgimenti all'interno del paese. L'architetto, dopo aver compiuto un viaggio nel sud, realizza un quartiere che grazie all'incredibile equilibrio tra le ideologie del moderno e il fascino del passato, non può essere considerato come un quartiere popolare razionalista ma nemmeno un quartiere ottocentesco tardivo o un intervento eclettico o storicista. Il quartiere, invece, viene concepito come una città di fondazione in cui si notano molti richiami ad alcuni disegni di Giorgio Vasari, riguardanti una città ideale, e anche alla tradizione delle due città che sorgono su sponde opposte del mediterraneo: Marsiglia e Algeri. Di fatto il complesso era il capolavoro dell'architetto, grazie soprattutto all'enorme bellezza della piazza colonnata, battezzata dai suoi abitanti: "piazza delle duecento colonne", che ne costituisce il cuore. Il progetto è caratterizzato da un attenta modellazione del terreno sul quale gli edifici si collocano. Infatti lungo le pendici della montagna, i letti dei torrenti, gli avvallamenti e i crinali si trasformano con naturalezza nelle gradinate, nelle vie e nelle piazze lastricate, nei muri bassi, nelle fontane, risolvendo così i problemi di distribuzione e di dislivello. Nonostante sia destinato ad una popolazione mussulmana più emarginata, più povera, l'intervento costituisce un esempio di complesso di case popolari che per la prima volta beneficia di una ricerca di qualità molto accurata. Questo infatti si può notare dalla scelta del terreno in posizione notevole sul mare, dall'articolazione generale impostata su due assi ortogonali, dalla scomposizione in nuclei distinti strutturati in vie e piazze punteggiate da torrioni, dalla diversità e, allo stesso tempo, coerenza delle strutture dei corpi di fabbrica e, infine, dalla grande piazza che costituisce il luogo principale del quartiere.
Bibliografia
- Bernard Félix Dubor (a cura di), "Fernand Pouillon, Architetto delle 200 colonne", Electa spa, Milano, 1987. - Alberto Ferlegna, "Climat de France", Parametro, vol. 37, n° 270-271, Luglio-Ottobre, pp. 80-85, 2007. - Giulio Barazzetta, "I Cantieri di Fernand Pouillon", Casabella, vol. 69, n° 728-729, Dicembre-Gennaio, pp. 38-53, 2004-2005. - "Climat de France 1955-57", Casabella, vol. 66, n° 706-707, Dicembre-Gennaio, pp. 49-59, 2002-2003.
Qualita' progettuale - componenti del progetto urbanistico
Urbanistica
Le duecento botteghe al piano terreno degli edifici, distribuite omogeneamente in tutta l'area e perfettamente integrate con la tipologia residenziale, adempiono al ruolo di servizio alla persona. Nella parte alta del complesso è presente una struttura religiosa, la Moschea. La piazza principale detta delle duecento colonne costituisce il nucleo del quartiere. Il quartiere si suddivide in ulteriori centri strutturati in piazze minori.
Edilizia
La tipologia edilizia è quella corrispondente alle case popolari costituita da edifici lineari con o senza cortile interno, blocchi a corte, corpi collegati, successioni di edifici uniti tra loro e torri. La piazza monumentale è dotata di un fronte esterno chiuso come un recinto fortificato e di una doppia pelle interna costituita da una facciata in mattoni collegata ad un colonnato di pietra da una sucessione di terrazze. Questo prospetto così profondo consente oltra al prolungamento dello spazio destinato ad abitazione, l'inserimento protetto delle botteghe al pian terreno.
Infrastrutture
L'articolazione generale è impostata su due assi ortogonali, uno individuato da una serie di scalinate che portano dalla moschea situata alla sommità della composizione alla parte più bassa del complesso, l'altro rappresentato dalla grande piazza monumentale. Inoltre sono stati individuati una serie di percorsi pedonali a opera di scalinate monumentali, porte rapportate alla scala del singolo edificio e dall'intero quartiere, e sale ipostile.
Figura 1. Primo studio planimetrico
Figura 2. Secondo studio planimetrico
Figura 3. Planimetria generale del progetto: la parte realizzata è quella sotto la strada che separa le due parti dell'intervento
Figura 4. Il quartiere in rapporto con la città
Figura 5. Veduta dei plastici per due diverse soluzioni
Figura 6. Veduta dei plastici per due diverse soluzioni
Figura 7. Veduta dei plastici per due diverse soluzioni
Figura 8. Veduta dei plastici per due diverse soluzioni
Figura 9. Veduta dei plastici per due diverse soluzioni
Figura 10. Relazioni numeriche tra gli elementi e le dimensioni del complesso delle 200 colonne
Figura 11. Fronte interno, Particolare della facciata esterna, Sezione su uno degli ingressi, Facciate interne nord-est e sud-ovest, Pianta d'insieme delle 200 colonne
Figura 12. Veduta generale delle 200 colonne
Ultimo aggiornamento ( giovedì 06 marzo 2014 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB

© 2020 Urbanistica, Paesaggio e Territorio
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB