Cancun
Scritto da roberta de marini   
giovedý 22 luglio 2010
Autore schedaRoberta De Marini
ToponimoCancun
StatoMEXICO
Progettista(i)vari
Iniziativapubblica
CollocazioneIn continuita' di citta' esistente
Sito
Idrografia
Tipologia
Abitanti478.400 abitanti
Superficie1958201 ha
Densità abitativa
Data progetto
Data costruzione
Data completamento



 

 

 

Cancun


Nel 1970 è stata costituita Cancun nata come una città turistica, Cancun è la prima città pianificata nel Messico, in tre decenni ha raggiunto rapidamente i centri turistici più importanti e di maggior successo del Messico e dei Caraibi.
Situata nella regione più dimenticata dei Caraibi Messicani, Cancun era formata da una duna a forma di sette, con alcuni tratti larghi solo 20m, separata dalla terraferma da due stretti canali che collegavano il mare con un ampio sistema di lagune.

Geografia fisica


Si divide in due aree: una situata nella parte continentale, dove c’è la vera e propria città, e l’altra in un’isola lunga 22 km, su cui si estende la zona degli alberghi (zona hotelera). Delimitata a nord dalla Bahia de Mujeres, a est dal Mar dei Caraibi ed a ovest dalla Laguna Nichupte, l'isola di Cancún, a forma di 7, è unita alla terraferma da due ponti: quello sul canale Nichupte, a 4 km dal centro della città, e quello sul canale Nizuc, all'estremo opposto, che unisce la Punta Nizuc alla parte continentale, vicino all'aeroporto ed alla Riviera Maya.

 

Origini

Fino al 1970 Cancún era un'isola deserta e poche persone ne conoscevano l’esistenza. Situata nella regione più dimenticata dei Caraibi messicani, era formata da una duna a forma di sette, con alcuni tratti larghi solo 20 m, separata dalla terraferma da due stretti canali che collegavano il mare con un ampio sistema di lagune. Le rive erano coperte da pantani ed in generale circondate da mangrovie, selva vergine e spiagge inesplorate. Nata come progetto turistico interamente pianificato, col passare di pochissimi decenni si è trasformata in una vera e propria città.
 
Storia dello sviluppo


Il primo piano regolatore di Cancun ci mostra che lo sviluppo è stato pensato per tre diversi settori: in primo luogo, l’isola, luogo per turisti; in secondo luogo, città di servizi, in cui sono stabiliti i servizi e da ultimo, la zona aeroportuale e zona di hotel.La grande e veloce crescita demografica di Cancun evidenzia le profonde contraddizioni di questa città: da una parte la zona degli hotel con monumentali alberghi fino a 20 metri, discoteche all’avanguardia e opulente residenze per la classe alta della città, dall’altra la zona centrale della città dove vive la classe medio alta e poi l’enorme periferia destinata alla classe umile.

 


Fasi dello sviluppo


Le fasi dello sviluppo di Cancun possono suddividersi in quattro periodi:
 
Dal 1969 al 1975
Il progetto di Cancun è stato approvato ufficialmente nel 1969, ma non iniziò fino al gennaio 1970. Gli obiettivi iniziali del progetto erano quelli di creare una strada che da Puerto Juarez portava all’isola.Nel 1974 vennero innagurati gli hotel Playa Blanca,Bojourquez e Cancun Caribe e l’aeroporto internazionale con 2600 m di pista.
 
Dal 1976 al 1983
Cancun si affermò come destinazione turistica : 18000 abitanti, più di 5000 posti di lavoro, 1500 camere e 100000 visitatori durante l’inverno.Priva del 1982 ci fu una crescita improvvisa che portò ad uno squilibrio ecologico del sistema lagunare, questo richiese delle misure correttive.

Dal 1984 al 1989
Cancun registrò una crescita esplosiva, con oltre 12000 camere d’albergo e altre 11 mila previste e di 200000 abitanti.

Dal 1990 ad oggi

Cancun è la città più dinamica della nazione; attualmente sono più di 50000 abitanti nell’area urbana. Per il futuro sono previsti: un grande porto turistico di lusso con hotel a basso impatto ambientale. A sud-ovest, verso l’aeroporto, più alberghi, campi da golf ed un moderno ospedale.


Urbanistica

 

Dal punto di vista urbanistico Cancun è suddivisibile in 2 aeree: quella continentale, dove si trova la vera e propria città, e quella marittima, estesa su un lungomare di 22 km sul quale si affacciano alberghi extralusso, bar, ristoranti e tutti i servizi per rendere gradevole il soggiorno balneare.Le principali vie della città sono a quattro corsie ed ogni quartiere del centro presenta sempre un parco centrale dove poter passeggiare o correre. Sono presenti due piste ciclabili una all’inizio della zona hotel era ed una alla fine della stessa. La parte più antica della città, nota come “El Centro” segue il progetto iniziale, presenta cioè dei quartieri chiamati “supermanzanas” che si formano dalle intersezioni dei viali e rotatorie. Questa zona è caratterizzata da strade tortuose che di solito hanno uno o più parchi, spazi verdi, percorsi pedonali e vari monumenti storici nazionali. Talum è la principale arteria nord-sud (collega il centro cittadino all’aeroporto, circa 30 km a sud); un’altra strada principale nord-sud è Bonampak  che corre il grosso modo parallela a Talum.



 

Bibliografia

 

- http://inmessico.com
- http://www.isocarp.net
- http://www.wikipedia.it
Ultimo aggiornamento ( giovedý 06 marzo 2014 )